Bhandara 15 August 2016

In questo sacro giorno, i discepoli di tutto il mondo si sono riuniti a Dera Sacha Sauda (Sirsa) per celebrare questo santo giorno, commemorazione dell’incarnazione del nostro maestro spirituale anche se il clima era caldo ed umido.

Circa 7.7 millioni di seguaci si sono riversati in Dera per questa celebrazione.

La celebrazione è iniziata il 14 di Agosto. Eseguendo una mega piantagione di alberi in tutto il mondo. Quasi 4 milioni di alberelli sono stati piantati in India. E circa 18.056 alberelli sono stati piantati nel resto del mondo.

Il programma di Bhandara è cominciato alle 18 con gli inni sprituali. Il Guru Ji ha accolto tutti i suoi discepoli intorno alle 20:15, ed ha iniziato con una cerimonia di premiazione con differenti trofei dati ai seguaci più importanti, grazie ai loro risultati ottenuti nelle attività sociali.

Guru ji ha ringraziato la folla per la partecipazione cosi numerosa alla Bhandara nonostante il giorno cosi caldo ed ha detto “Ram naam ki garmi pata nahi kitni garmiyon ko khatam kar degi”.

Gli esseri umani hanno molti desideri e non è possibile realizzarli interamente. Quelli che solitamente si realizzano sono di breve durata e quelli che non si realizzano, generano tensione. Guruji ha invitato a non dedicarsi ai desideri materiali. La mente umana diventa a volte molto labile, nel senso che genera insoddisfazione verso Dio. Se i desideri sono 100 e Dio ne esaudisce 99, la persona rimane comunque insodisffatta.

Anche se l’essere umano dedica un respiro a Dio, può non accadere mai che non dia qualcosa in cambio. Hanno spiegato le sue parole dando un esempio del legame di un bambino con sua madre. Come la madre, ha sempre un atteggiamento preoccupandosi dei confronti del suoi propri bambini e vuole soddisfare tutti i loro desideri. Similmente, Dio è soltanto il creatore della madre, se una madre può compiere tutti i desideri del suo bambino, come si può dir una parola contro Dio, pensando che non è abbastanza potente per compiere i desideri umani (veri e legittimi)? Dopo tutto, Dio è il padre di tutta l’umanità.

In questa vita materialistica, tutti hanno bisogno delle cose materiali ma soltanto pochi stanno cercando Dio. Il punto che ognuno dimentica è che se uno raggiunge Dio, simultaneamente tutte le cose materiali che stanno su questa terra le otterrà automaticamente.

Guruji ha fornito un esempio per chiarire la dichiarazione di cui sopra. C’era una volta, un re che ha organizzato una giornata di porte aperte nel suo regno affinché la gente venga a prendere qualche cosa di cui ha bisogno come: alimenti, vestiti, o accessori. Ha fatto un annuncio dicendo che tale offerta è valida per un giorno solo e qualsiasi cosa che fosse disponibile nella sua terra può essere preso gratis. La gente è arrivata da tutti i punti del mondo in quel giorno particolare ed ha preso qualunque cosa di cui aveva bisogno come farina, utensili, oro, diamanti, ecc. Un uomo con lo sguardo umile è andato dal re ed ha chiesto “è realmente vero che posso prendere qualsiasi cosa che sia tenuto in questo posto?’’. Allora, il re ha risposto “si’’. L’uomo ha detto, scusa, per quello che sto chiedendo ma avrei voluto prendervi con me. Il re ha accertato che la richiesta dell’uomo era giusta ed appropria in quanto anche il re stava sul posto, e le ha detto “giusto, io sono tutto tuo’’, l’uomo ha risposto se siete mio, quindi tutto ciò’ che avete appartiene automaticamente a me, giusto! Questo re acconsentì. L’uomo ha ribadito “Ferma questo evento di dare via tutte le cose ora tutte appartengono a me’’.
Guruji ha insistito che solo Dio è la persona che soltanto dà e non prende niente in cambio. Se gli esseri umani possono smettere tutte le loro cattive abitudini, nessun potere può fermare Dio per concedere tutte le sue benedizioni su questo universo.

Una persona, che accetta i suoi errori è chiamato “essere umano’’ ma quelli che non lo fa viene nominato “animale’’. Ognuno sa se sta facendo cose sbagliate, ma non accetta di avere una giustificazione per esse e dice “ non ho saputo’’; come può essere possibile che non sa che sta facendo un errore ? E non si è informato. Per questo la gente rifiuta di accettare i loro errori, sempre pronta a giustificarsi.

Le persone che accetta i propri errori stanno progredendo ogni giorno. Guruji ha fornito un esempio di questo comportamento che è accaduto durante la produzione del film; un personaggio che stava lavorando è stato chiamato due volte dal Guruji ma ha continuato a trascurare la chiamata. Per concludere, sulla terza chiamata ha sentito Guruji e quando è stato interrogato riguardo alle prime due chiamate, la sua risposta era che “non poteva sentire perché avevo i suoi occhiali su’’, come può qualcuno chiamato in udienza essere giustificato e dire che stava indossando gli occhiali da sole??? Non solo questo, la gente di questi giorni sono molto bravi nella finzione. Non sono pronti ad ascoltare gli altri. In questa cattiveria, l’essere umano è un punto avanti. Il camuffare è stato usato per descrivere il suo comportamento. È abbastanza sorprendente vedere l’essere umano cambiare questo modo di comportarsi così rapidamente.

La mente umana è stata considerata molto impertinente, non permette che l’essere umano mediti mentre viaggia, ecc… Sono i nostri pensieri negativi che prendono questa mente umana e non ci concedono di meditare. Ma se l’essere umano riesce a passare attraverso tutta questa lotta e riesce a meditare mentre lavora, viaggia o sta seduto, allora Guruji garantisce che chiunque può ricevere la tolleranza di Dio sia internamente che esteriormente!

Guruji ha detto che i santi possono leggere i visi umani; è scritto sulla fronte dove possono analizzare tutto quello che sta dentro di noi. Cosi per questo serve ascoltare l’insegnamento e i suggerimenti del santo per ottenere il massimo beneficio. Guruji ha fatto un esempio di un suo discepolo che stava soffrendo di cancro della quarta fase. Circa 15 anni fa, è venuto a vedere Guru Ji ed ha chiesto la sua benedizione. Guruji ha detto al discepolo di andare all’ospedale di PGI a Chandigarh. Questo discepolo già era stato precedentemente in quel posto ed i medici avevano già detto che non sopravvivrà più di 10 giorni. La sua famiglia ha detto di rifiutare di portarlo nuovamente allo stesso ospedale ma lui insistendo ha accettato il consiglio del suo maestro spirituale ed è andato ancora un’altra volta al PGI per un controllo generale, senza prendere alcun farmaco. Dopo 10 giorni passati ha preso dissenteria forte con vomito continuo, ecc… Dopo aver perso 15-18kg molto rapidamente in 10 giorni non ha perso la speranza continuando a meditare e dopo pochi giorni il vomito e la dissenteria hanno cominciato a migliorare e fortunatamente dopo un mese, lui si è visitato a Dera Sacha Sauda, per ringraziare il suo Maestro che ha mostrato la sua fede eterna ed accettando le sue parole.

Guruji anche sottolineato sull’assicurarsi che si debba credere in un Dio senza confondersi con differenti forme. Uno è abbastanza. La gente inoltre protesta che Dio non compie i loro desideri. Dio compie soltanto i desideri legittimi e veri. Non tutti i desideri sono veri e sono destinati ad essere compiuti. Per esempio, se un bambino grida per giocare con il serpente velenoso, i genitori daranno quel serpente al bambino? Ovviamente no!
Come i genitori conoscono i rischi di compimento del desiderio del bambino. Similmente, Dio solo sa che cosa è giusto e buono per il suo “bambino” e possiamo ottenere tutti i nostri desideri veri soddisfacenti da Dio se meditiamo regolarmente e preghiamo. Dio non compierà mai i nostri desideri sbagliati, non importa come preghiamo e meditiamo per realizzarli.

Durante il discorso spirituale, si è tenuta una sessione di domande e risposte ed è stata tenuta fatta per rispondere ai dubbi dei discepoli per quanto riguarda la spiritualità. Il manifesto del motto del film di Lion Heart è stato mostrato al sadh sangat(i devoti) per loro grande richiesta. Guru Ji ha versato tutto il suo amore sui discepoli cantando un inno nella sua voce melodiosa dicendo “come posso aprire i miei occhi, qui abita Dio.’’

Alla fine, ci sono stati 2 matrimoni di “yodha bhakt” e di “mardani bhakt virangana” e di “kul ka crown” ed ogni coppia è stata ricompensanta con un assegno di Rs.25.000 ciascuno dati dal Guruji come un segno di affetto.

Lasciare la risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *